Alluce valgo: innovazione nella tecnica chirurgica

Orario : Lu-Ve 7,30-17,30; Sabato 7,30-12,30
  Telefono: : +39 0755008625

Percorso PBS per la cura dell’alluce valgo

L’attenzione verso il benessere del paziente, alla base dello spirito PBS, ha fatto sì che nel tempo si sviluppasse un percorso di cura dell’alluce valgo e delle patologie dell’avampiede. La professionalità e le competenze del team PBS accompagnano il paziente fin dal primo contatto. Il Percorso non si identifica solamente con l’intervento, suggerito solo quando non ci sono altre soluzioni, ma prevede spesso terapie conservative in grado di non far degenerare la patologia.

Le fasi del percorso PBS sono:

visita11. La visita Ambulatoriale

Il persorso PBS inizia con la visita ambulatoriale in cui si stabilisce la gravità della patologia e si determina se il paziente è curabile con un trattamento medico o se è necessario un intervento chirurgico. Alla prima visita il paziente deve presentarsi con RX bilaterale dei piedi in carico in due proiezioni. Se durante la visita il medico consiglia l’utilizzo di un plantare allora verranno prese le impronte per la sua realizzazione e il paziente dovrà tornare per un controllo circa tre mesi dopo. Se il chirurgo valuta la necessità dell’intervento chirurgico si procede con il percorso che segue.

clinica22. Pre-intervento e Ricovero

Se la terapia conservativa non sarà possibile, il paziente verrà inserito in lista per sottoporsi all’intervento nella clinica e con il medico che avrà scelto.
Alcune informazioni pre-operatorie si possono leggere nella pagina “Informazioni pre-operatorie“.

intervento33. Intervento Chirurgico

Anestesia e operazione chirurgica con strumentazione PBS senza mezzi di sintesi (viti, fili, placche, chiodi). Verifica allineamento, medicazione e bendaggio funzionale PBS.
Per una descrizione dell’intervento si può leggere la pagina “Intervento PBS“.

post44. Post-intervento

Al termine dell’intervento il chirurgo o l’équipe della sala operatoria indica il decorso personalizzato in base alla complessità dell’intervento. Poco dopo l’intervento sarà possibile calzare la scarpa ortopedica e muovere i primi passi. Al ritorno a casa si dovrà aumentare progressivamente la deambulazione alternando passeggiate e riposo.
Alcune informazioni post-operatorie e consigli sul comportamento da tenere a casa si possono leggere nella pagina “Informazioni post-operatorie“.

monit55. Monitoraggio

Dopo 15/20 giorni si interviene ambulatorialmente con il controllo adatto alla patologia operata. Lo staff medico verifica l’andamento del processo di guarigione e indica procedure personalizzate (esercizi ed eventualmente farmaci) per completare il percorso di guarigione. Potrebbero seguire ulteriori visite di controllo nei 3 mesi seguenti.

calcif66. Controllo Radiografico

Dopo 45/60 giorni dall’intervento è prevista la visita di controllo con il medico chirurgo per verificare lo stato di calcificazione, il consolidamento e l’allineamento delle ossa del piede.  Sarà necessario portare le radiografie del carico ortostatico.

Per una descrizione dettagliata delle varie fasi del Percorso Clinico si può leggere la pagina “Percorso Clinico del Paziente PBS